Dipartimento di Ingegneria Civile
Settore didattica

Il Corso di Studio

Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile si inserisce nella tradizione dell’Ingegneria italiana per creare una figura nel campo della progettazione e dell’esecuzione dei lavori civili. Il Corso innesta alle consolidate conoscenze di base di matematica, fisica, chimica e informatica, fornite nei primi anni di insegnamento, l’innovazione e l’aggiornamento tecnologico nelle discipline che lo caratterizzano. Il percorso di studi prevede che quasi tutti gli insegnamenti siano comuni, consentendo una limitata opzione di materie a scelta. La figura professionale che si forma è quella di un tecnico in grado di seguire opere non complesse (costruzioni e infrastrutture) nelle fasi di progettazione, manutenzione, esecuzione e collaudo. Il laureato matura una preparazione di natura tecnica attraverso l’acquisizione di conoscenze e competenze nella scienza e nella tecnica delle costruzioni, nell’architettura tecnica, nell’idraulica e nelle costruzioni idrauliche, nelle costruzioni di strade, nella geotecnica, nella fisica tecnica, nella topografia, nel disegno, nell’estimo. Nei vari insegnamenti vengono introdotti anche aspetti legati alla difesa e valorizzazione del territorio naturale e del patrimonio edilizio esistente, da difendere e salvaguardare dagli effetti di calamità naturali, quali le frane, le piene fluviali, le mareggiate, i terremoti.

Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile ha come obiettivo specifico la formazione di un laureato dotato al contempo di una preparazione sufficientemente completa sotto il profilo metodologico e di solide conoscenze scientifiche e applicative relative alle quattro aree tipiche dell’ingegneria civile (geotecnica, idraulica, strutturale e dei trasporti), al fine dell’esercizio della professione, ma soprattutto al fine della prosecuzione degli studi. L’organizzazione degli studi prevista consente, quindi, sia precisi obiettivi formativi nella conoscenza e capacità di comprensione teorica e applicata, nell’autonomia di giudizio e nelle abilità comunicative, sia risultati di apprendimento specifico. L’analisi ingegneristica è rivolta essenzialmente alle discipline caratterizzanti i settori tradizionali delle quattro aree, pur non prevedendo il corso di laurea percorsi differenziati, attivati invece nel Corso di Laurea Magistrale.

Il percorso formativo del laureato in ingegneria civile può essere sinteticamente articolato nei seguenti livelli:

1. Formazione di base;

2. Formazione caratterizzante dell’ingegneria civile;

3. Formazione trasversale.

In particolare, le attività formative specifiche riguardano: gli elementi di base per la progettazione e la verifica delle principali opere di ingegneria civile; la progettazione di massima di alcune opere elementari; lo studio dei dettagli esecutivi delle principali opere; l’utilizzo di codici di calcolo didattici e professionali; l’inserimento delle opere nel territorio e la valutazione di impatto ambientale; visite guidate ad alcune opere di ingegneria; la conoscenza del quadro delle leggi e dei regolamenti che disciplinano le opere di ingegneria civile; i risvolti etici della professione dell’ingegnere, in termini deontologici e di rispetto delle norme di pratica ingegneristica.