Dipartimento di Ingegneria Civile
Settore didattica

Graduatoria

Nell’ambito dei posti disponibili per le immatricolazioni, sono ammessi al corso di laurea magistrale i candidati comunitari e non comunitari di cui all’art.39, comma 5, del decreto legislativo n. 286/1998 nonché, nell’ambito della relativa riserva di posti, i candidati non comunitari residenti all’estero, secondo l’ordine decrescente del punteggio ottenuto alla prova. Sono idonei all’ammissione al corso di laurea magistrale i candidati comunitari e non comunitari di cui all’art. 39, comma 5, del decreto legislativo n. 286/1998 e i candidati non comunitari residenti all’estero che abbiano ottenuto alla prova un punteggio minimo pari a venti (20) punti. I candidati non idonei non sono inseriti in graduatoria.

Per la valutazione delle prove sono attribuiti al massimo novanta (90) punti, tenendo conto dei seguenti criteri:

  • 1,5 punti per ogni risposta esatta;
  • meno 0,4 (-0,4) punti per ogni risposta errata;
  • 0 punti per ogni risposta omessa.

Il CINECA, sulla base del punteggio ottenuto da ciascun candidato secondo i suddetti criteri, redige una graduatoria unica nazionale per i candidati comunitari e non comunitari di cui all’art. 39, comma 5, del decreto legislativo n. 286/1998, secondo le procedure di cui all’allegato 2 del D.M. 30 giugno 2016 n. 546, che allegato al presente decreto ne diviene parte integrante.

In caso di parità di punteggio, prevale in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di ragionamento logico, cultura generale, storia, disegno e rappresentazione, fisica e matematica. In caso di ulteriore parità, prevale lo studente che sia anagraficamente più giovane.